offerta per una casa
16
Sep

7 cose da sapere prima di fare un’offerta per una casa

Comprare casa è un momento importante nella vita di una persona e di una famiglia, e in quanto tale va vissuto e gestito con attenzione e intelligenza. 

Innamorarsi di una casa è facilissimo, tutti subiamo il fascino di un bel appartamento o di un villino indipendente, ma trattandosi di una scelta che impatta la nostra vita in modo consistente, è opportuno mettere un attimo da parte i sentimenti e procedere secondo logica e con prudenza

Ecco perché abbiamo deciso di darti alcuni consigli per giungere preparati alla decisione finale, quindi a fare un’offerta per una casa

Vediamoli insieme. 

1. Indagare sulle ragioni della vendita

Se la casa sulla quale hai messo gli occhi viene venduta da un privato e non da una società costruttrice, è di fondamentale importanza indagare sulle ragioni che hanno spinto i proprietari a metterla sul mercato. 

In che modo scoprire le ragioni della vendita potrebbe favorirti? 

Beh, perché se il venditore ha, ad esempio, fretta di vendere, potresti provare a chiudere l’accordo ad un costo più basso. 

Magari il privato ha bisogno di soldi per un’emergenza familiare, oppure deve trasferirsi in un’altra città per motivi di lavoro, o ancora vuol vendere l’immobile per comprare una casa più piccola dopo che i figli, ormai grandi, sono andati a vivere altrove. 

Altra ipotesi riguarda le condizioni in cui verte l’immobile – magari ha dei difetti strutturali non visibili se non vivendoci – la vivibilità del condominio o del quartiere, e così via.

Prima di fare un’offerta, munisciti di lente d’ingrandimento e trasformati in un moderno Sherlock Holmes. 

2. Indaga sui costruttori

Se l’immobile è venduto da una società costruttrice – ipotesi che presenta diversi vantaggi, come abbiamo raccontato qui – puoi indagare sulla stessa, sia in termini professionali che umani. 

D’altronde, è sempre meglio avviare una trattativa con persone perbene e conosciute in paese o in città. 

Inoltre, conoscendo il costruttore, puoi andare alla ricerca di altri immobili costruiti nella tua zona, per saggiarne la qualità. Volendo, potresti fare delle piccole interviste agli abitanti di queste case, per scoprirne di più. 

3. Verificare il tempo di permanenza dell’immobile sul mercato

Un altro aspetto da valutare, e sul quale ti consigliamo di informarti, è da quanto tempo l’immobile è sul mercato. 

Se la casa è stata appena messa sul mercato, è difficile riuscire ad ottenere una riduzione del suo prezzo di vendita, e al massimo si può ricevere una leggerissima scontistica. 

Se, invece, sono trascorsi un po’ di mesi, allora potrai puntare ad una riduzione più corposa, perché il cliente avrà più fretta a chiudere la compravendita.

4. Visita tutti gli immobili in vendita in zona

Come accennato all’inizio dell’articolo, quando si è alla ricerca di una casa da acquistare è importante dotarsi di un minimo di freddezza, onde evitare di lasciarti sedurre da un immobile per il quale saresti poi disposto a fare anche qualche sacrificio in più del dovuto. 

Per questo motivo, il nostro invito è di non fermarti e continuare a vedere tutte le case in vendita nella zona di tuo interesse, ovviamente limitandoti a quelle che rispettano i parametri che ti sei imposto. 

Per capirci, se sei alla ricerca di un trilocale, è inutile andare a visitare una villa su tre piani. 

Oltre ad aiutarti a scegliere con la testa e non con la pancia, questa “gita immobiliare” ti permetterà di confrontare i prezzi delle altre case, a parità di caratteristiche, per capire se il costo proposto sia adeguato oppure no. 

5. Valuta lo stato dell’immobile

Nuovo, usato, ristrutturato, da ristrutturare? Gli immobili non sono tutti uguali, e a parità di fattori basilari (mq, numero di vani, zona, servizi, ecc…) a fare la differenza è lo stato in cui versa. 

Un immobile nuovo, mai abitato prima, porta con sé una serie di vantaggi – ad esempio la classe energetica più elevata, finiture più moderne, nessuna necessità di effettuare lavori – ma, fatte le dovute eccezioni, ha un costo superiore rispetto ad una casa simile ma con un po’ di anni alle spalle. 

Lo stesso dicasi per una casa, magari vecchiotta, ma interessata da un importante lavoro di ristrutturazione svolto di recente, e una invece un po’ mal messa che necessita di interventi consistenti. 

Come puoi immaginare, il prezzo varia in base alle condizioni in cui si trova l’immobile, e questo non può non influenzare la tua scelta finale. 

6. Verifica eventuali lavori straordinari nel condominio

Se l’immobile al quale sei interessato è all’interno di un condominio, puoi richiedere copia dei verbali all’amministratore per verificare se, nei due anni precedenti, sono stati deliberati lavori di manutenzione straordinaria nell’edificio. 

Si tratta di un’informazione importantissima, perché se l’assemblea di condominio ha deciso di effettuare dei lavori non ancora iniziati, il costo degli stessi risulterà a carico di tutti gli inquilini in base ai massimali.

Meglio saperlo prima.

7. Effettua una verifica documentale

Prima di fare un’offerta per una casa ti consigliamo vivamente di effettuare una verifica documentale, con la quale controllare che sia tutto in regola. 

Quali documenti verificare? 

L’abbiamo spiegato in un precedente articolo del blog, che trovi qui

Conclusioni

Non lasciarti travolgere dall’entusiasmo, e affronta l’acquisto di una casa, e la relativa offerta per quella che rispecchia le tue esigenze, con calma. 

Segui i nostri consigli, siamo sicuri che ti torneranno molto utili e ti eviteranno alcuni dei classici errori commessi da chi compra casa.